Premio Diomede: Tommaso Petroni è il canosino dell’anno

Anche questanno come il precedente la cerimonia di consegna del Premio Diomede, giunto alla XXII Edizione, non ha aperto il cartellone degli eventi dellestate canosina a causa dellemergenza sanitaria  legata al Covid-19 che ha imposto dei protocolli da rispettare per gli spettacoli allaperto dove cè affluenza di gente. Il Comitato “Premio Diomede”, d’intesa con il Comune di Canosa di Puglia(BT), ha organizzato  la XXII Edizione, procedendo prima alla pubblicazione del bando, poi allo spoglio delle segnalazioni pervenute, cui ha fatto seguito la votazione per eleggere i vincitori con la partecipazione dei presidenti di associazioni ed enti locali, autorità cittadine e dei componenti del Comitato, presieduto da Angela Valentino. Con il “Premio Diomede”si vuole dare lustro e risonanza ai personaggi di origine canosina per nascita, discendenza entro il 2° grado di parentela in linea diretta che si sono distinti per la loro opera meritoria in campo culturale, artistico, economico, scientifico, sportivo e sociale. Altresì si vuole premiare il personaggio pugliese che ha prodotto, con la sua opera, una ricaduta positiva sulla conoscenza e valorizzazione del territorio. Il Premio Diomede si articola in tre sezioni : Premio Canusium, Aufidus e alla Memoria.

Il Premio Canusium 2021, al personaggio vivente, originario o da sempre residente a Canosa, sarà consegnato a Tommaso Petroni(classe 1962), brigadiere generale dell’Esercito Italiano, arruolatosi  l’11 settembre 1981. Ha frequentato il 163° Corso “Lealtà” all’Accademia di Modena. Si è laureato  in Tecnologie Industriali Applicate presso l’Università degli Studi ‘La Sapienza” di Roma; ed ha frequentato Master in Scienze Strategiche presso l’Università degli Studi di Torino. Promosso Ufficiale nel 1983, ha ricoperto incarichi di comando presso il Battaglione Logistico “Julia” nella sede di Udine, l’8° Reggimento Logistico di Manovra “Carso” a Remanzacco (UD); è stato Capo Reparto Sostegno del 2° Reggimento Sostegno Aviazione Esercito “Orione” a Bologna, ha comandato il 4° Reggimento Sostegno Aviazione Esercito “Scorpione” in Viterbo. Ha prestato servizio in missioni in Kurdistan, Somalia e Kosovo ed ha esperienze di comando anche all’estero presso l’Headquarters NATO RAPID DEPLOYABLE CORPS-SPAIN in Valencia. Fra le onorificenze: Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana  vanta le croci commemorative per le missioni di pace in Somalia, Iraq e Kosovo, la medaglia d’argento di lungo comando, la croce al merito militare con distintivo bianco conferita dal Ministero della Difesa spagnolo, la medaglia mauriziana al merito dei dieci lustri di carriera militare. Dall’ ottobre 2018 ad aprile 2021, il brigadiere generale Tommaso Petroni  a Roma ha svolto gli ‘incarichi  di Capo Reparto Trasporti e capo reparto Materiali occupandosi della gestione di tutti i trasporti nazionali ed internazionali a supporto di Enti e Reparti dell’Esercito Italiano. Da aprile 2021 è stato nominato Capo Area Logistico-Operativa  della Struttura di Supporto Commissariale per l’emergenza Covid 19.

Il  Premio Aufidus 2021, al personaggio vivente di origine pugliese, sarà consegnato ad Augusto dell’Erba(classe 1954 di  Bari) avvocato civilista, presidente della Cassa Rurale di Castellana Grotte, della Federazione Puglia e Basilicata delle BCC, del Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo e del Fondo Temporaneo costituito ai sensi della legge di riforma del Credito Cooperativo. Dal 2017 è  presidente, di Federcasse. Sostiene che “Le banche sono infrastrutture essenziali per veicolare le politiche di sostegno e promozione dello sviluppo” e che la mutualità “va realizzata ogni giorno e storicizzata”… “va interpretata nei ’luoghi’ con quella originalissima formula che vede sovrapporsi soci e portatori di interessi”… “Vi è quindi l’esigenza di “vestire la mutualità, ovvero darle spessore, interpretarla e declinarla operativamente nei territori e nelle comunità, e di in-vestire in mutualità, alimentandone la cultura, le competenze, le tecniche manageriali e professionali, le energie, investendo tempo, attenzione e risorse”.

Il Premio alla Memoria 2021 , al personaggio non più in vita, canosino o di origine pugliese, a Patrizia Minerva  deceduta l’11 maggio 2020 all’età di 55 anni. Stimata avvocata del Foro di Trani che ha svolto con diligenza e competenza la sua professione. Donna di grande cultura e straordinaria energia per le attività sociali e intellettuali, conducendo con maestria e savoir faire il Club per l’Unesco di Canosa di Puglia. Organizzatrice, promotrice, relatrice di numerosi convegni a Canosa e dintorni nel corso degli  anni di presidenza, diffondendo attraverso i suoi interventi, preparati con passione e dedizione meticolosa, gli ideali dell’UNESCO ed i suoi programmi di azione, soprattutto tra i giovani nelle scuole e tra gli anziani all’Università della Terza Età, nelle comunità parrocchiali e associazioni sportive e culturali.

Il Comitato “Premio Diomede” a breve comunicherà i vincitori della Sezione Speciale e quella riservata ai Giovani. La cerimonia di consegna del Premio, che gode del Patrocinio della Regione Puglia, della Provincia BAT e del  Comune di Canosa  è in calendario il 28 agosto 2021 ma la location è da definire.

News

3 Giugno 2021

Premio Diomede: in corso le segnalazioni

Ecco il regolamento generale di partecipazione Il Comitato “Premio Diomede” d’intesa con il Comune di Canosa di Puglia, organizza la XXII Edizione del “Premio Diomede”. Con esso si vuole dare lustro e […]
8 Ottobre 2020

Al dottor Sabino Luzzi il Premio Diomede 2020

Sono state le memorabili musiche di Ennio Morricone a far da colonna sonora alla XXI Edizione del Premio Diomede, incentrata sul Covid-19, che il 26 settembre […]
26 Settembre 2020

Il “Premio Diomede” nel segno del Covid

Nonostante le vicissitudini e le restrizioni legate al coronavirus, anche quest’anno si terrà la cerimonia conclusiva del “Premio Diomede”, giunto alla XXI  Edizione, per attribuire l’alto […]